crema catalana all’arancia

  • 375 ml di latte intero
  • stecca di cannella
  • 125 ml spremuta di arancia ( 1 e 1\2 più o meno)
  • 100 gr di zucchero
  • 4 tuorli d’uovo
  • 25 gr di maizena
  • zucchero di canna

iniziamo sbucciando l’arancia con un pelapatate e spremendola poi. Verso 125 ml di spremuta in un bicchiere e ci sciolgo poi la maizena. Metto da parte.

In un tegame porto il latte sul fuoco con la cannella e la buccia d’arancia fino a bollore e tolgo dal fuoco.

Tolgo la buccia e la cannella con una ramina.

Con uno sbattitore monto leggermente i tuorli con lo zucchero, aggiungo la spremuta con la maizena, sbattendo sempre aggiungo il latte caldo. Rimetto sul fuoco e mescolando continuamente con una frusta riporto a bollore, facendolo andare poi per un paio di minuti fino ad avere la nostra crema, morbida. Metto la crema negli stampi resistenti al calore(o pirofiline in terracotta) ancora calda e, appena raffreddata, mettete in frigorifero per circa un paio d’ore. Al momento di mangiarla, cospargete la crema con lo zucchero di canna e mettete le pirofiline sotto il grill caldo per pochi minuti, per permettere allo zucchero di caramellarsi, oppure utilizzate l’apposito attrezzo simile ad una piccola fiamma ossidrica io ho preso quello del Lidl ed è una bomba :  ).

se preferite la crema catalana classica fate gli stessi passaggi usando in totale 500 ml di latte intero dal quale prenderete mezzo bicchiere per far scioglere la maizena, userete poi la scorza di un limone invece dell’arancia. le dosi ed i passaggi son gli stessi. Io ho avanzato mezzo arancio che ho tagliato a fette e candito su una padellina antiaderente con zucchero ed un goccio d’acqua, come per fare del caramello per intenderci. Una volta sciolto dul fuoco ho messo il mio arancio e fatto andare per 3-4 minuti finchè lo zucchero si è addensato e l’arancio si è candito, fatto poi raffreddare.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *